Joomla extensions and Joomla templates by JoomlaShine.com

Video

The MUSMA in one minute. Video

Fernando Arrabal in visita al MUSMA. Video

L'intervista del MUSMA a Emilio Isgrò. Video

Antonella Zazzera
Todi (PG) 1976
antonella zazzera, armonico xci, 2008_musma

Armonico XCI, 2008
filo di rame 75 x 58 x 20
Donazione A. Zazzera, Todi (PG)


zazzera_musma

Antonella Zazzera nasce a Todi (Pg) nel 1976, dove vive e lavora. Compie i suoi studi all’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia dove si diploma in Pittura nel 1998. Nel 2005 vince il 1° Premio per la giovane Scultura Italiana istituito dall’Accademia Nazionale di San Luca a Roma, a cura di Nicola Carrino, Pietro Cascella e Carlo Lorenzetti. La sua attività espositiva si avvia verso la metà degli anni Novanta con mostre personali e partecipazioni ad esposizioni collettive, in spazi pubblici e gallerie private, in Italia ed all’estero. A Matera è tra gli artisti del “Periplo della Scultura Italiana Contemporanea 3 ” nelle Chiese rupestri di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci e al MUSMA in occasione della 27^ edizioni de “Le Grandi Mostre nei Sassi” di Matera. «L'opera d'arte è l'artista», afferma perentoria la Zazzera. La sua ricerca artistica, che spazia dalla pittura alla fotografia alla scultura, si fonda sul “Segnotraccia”, sull'identificazione totale tra l'essere e la materia artistica. È il gesto dell'uomo preistorico che, giorno dopo giorno, si rinnova trovando altri spazi ed altre modalità. Armonico XCI, la scultura della Zazzera presente al MUSMA, rientra nei lavori definiti appunto dall’artista “Armonici”, strutture complesse realizzate attraverso la sedimentazione del filo di rame che nascono dall’esigenza di riportare l’Essere nella sua dimensione originaria: la Natura. In essa l’uomo si riscopre, rintraccia i propri ritmi e si identifica nella curva: espressione della totalità dell’Essere e concretizzazione della sua struttura ciclica ed armonica. Ed è proprio la curva la condizione/dimensione costante che va a caratterizzare questi lavori materializzati dalla luce che plasma le superfici, le rende vibranti e leggere, ne esalta la purezza ed il cromatismo. La luce si insinua tra i fili di rame, rende vive le mie forme non forme, le definisce e le determina ma al tempo stesso le rende vaghe.

INTERVISTA AD ANTONELLA ZAZZERA
a cura dell'Ufficio stampa del MUSMA

Quando o in che occasione particolare hai detto a te stessa: “Io voglio fare l’artista”?
Fin da bambina avevo le idee molto chiare, alla domanda “cosa vuoi fare da grande” rispondevo “l’Artista”; credo che, quando si ha un credo molto forte, le cose avvengono con naturalezza, non si sceglie di fare l’artista, ma si è e basta.

Hai un rapporto con altri linguaggi espressivi? Se si, quanto incidono sul tuo lavoro?
La poesia, la danza e la musica sono i linguaggi con cui sono entrata maggiormente in contatto e che mi hanno dato più imput, tutto poi è finalizzato ad arricchire la mia arte.

Nella realizzazione di una tua scultura, ti muovi nel solco della tradizione o segui un procedimento tutto tuo? Quale funzione ha il disegno?
Ho potuto sviluppare un mio linguaggio attraverso la conoscenza della tradizione, il disegno ne è la base,“disciplina istintiva primaria”.

Ritieni che il tuo lavoro, per essere compreso, necessiti di conoscenze particolari?
Credo sia molto importante l’impatto iniziale che si ha con il mio lavoro, l’opera comunica la sua essenza; per comprenderne poi il senso più profondo, è importante conoscere soprattutto alcuni periodi della storia dell’Arte.

L’opera comincia il suo viaggio già con un titolo che indirizza il tuo percorso e la possibile comprensione da parte del pubblico?
I miei titoli esprimono il senso intorno a cui ruota la mia ricerca artistica, quindi credo che il pubblico abbia un’informazione di base.

Quali sono stati i tuoi artisti di riferimento e, oggi, quelli che guardi con maggiore attenzione?

I miei artisti di riferimento sono stati: Caravaggio, G. Previati, G. Segantini, G. Balla, U. Boccioni, M. Rosso, A. Giacometti, H. Hartung; oggi: P. Dorazio, E. Castellani, N. Carrino, Nunzio, J. Martin.
Segui l'artista su: Sito internet di Antonella Zazzera
facebook
Contributi video:
you tube
< Artisti e Opere 
 
 
  Progetto culturale   Patrocinio
  Il progetto di illuminazione a risparmio energetico
è stato realizzato con il sostegno di Eni
logo-zetetma

comune-matera 

lascaletta     

 

 

    logo-zetetma
 
Free Joomla Templates