Joomla extensions and Joomla templates by JoomlaShine.com

Video

The MUSMA in one minute. Video

Fernando Arrabal in visita al MUSMA. Video

Portami al Confine. Trailer

HOME arrow Le notizie arrow Comunicati Stampa arrow IX Giornata del Contemporaneo
locandina gdc
 
          
         

Il MUSMA aderisce allaIX Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI

5 ottobre 2013
Comunicato stampa di AMACI

CS_la IX Giornata del Contemporaneo al MUSMA



                                              

L’evento, in programma sabato 5 ottobre 2013, vedrà ancora una volta i musei AMACI e circa 1000 realtà dell’arte contemporanea in Italia aprire gratuitamente al pubblico i loro spazi, per un’iniziativa che si conferma unica nello scenario internazionale.
5 ottobre 2013

  
  
               
logo gdc
AMACI ha scelto il 5 ottobre 2013 per il grande evento dedicato all’arte contemporanea e al suo pubblico: la Giornata del Contemporaneo, quest’anno alla sua Nona edizione. Con l’edizione 2013, AMACI si propone di incrementare ancora il numero degli aderenti e di potenziare l’azione locale dell’Associazione e dei Musei associati, al fine di incentivare lo sviluppo del tessuto culturale territoriale. Porte aperte gratuitamente in ogni angolo del Paese, per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze. Un programma multiforme che regalerà al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea
La manifestazione materana vede come sponsor ufficiale l’Ubi Banca Carime.   


IL MUSMA PER LA IX GIORNATA DEL CONTEMPORANEO  

JEAN COCTEAU "PICASSO DE 1916 À 1961" MUSMA, Sala della grafica

cocteau
Nella Saletta della Grafica il MUSMA ricorderà Jean Cocteau, in occasione del cinquantenario della morte, con l’esposizione del libro d’artista “Jean Cocteau, Picasso de 1916 à 1961”, illustrato con 24 litografie originali stampate da Mourlot a Parigi nel 1962 per le “Éditions Du Rocher”, con testo, composto a mano, in Bodoni, da André Dérue e torchi dell’Imprimerie Artistique di Monaco. Saranno inoltre esposti 17 disegni di Cocteau, completati da immagini e documenti che raccontano l'impegno del poliedrico artista nella letteratura, nel teatro, nella musica, nel disegno, nel cinema, oltre che i suoi rapporti con l'Italia.
   
INCONTRO CON NUNZIO 

 MUSMA, Biblioteca “Vanni Scheiwiller”
dalle 10 alle 12

nunzio
Come nelle passate edizioni il museo ospiterà un artista. Quest’anno a interagire con il pubblico sarà Nunzio (Cagnano Amiterno, AQ, 1954). Il maestro incontrerà gli allievi dei Licei artistici e delle Accademie di Belle Arti e illustrerà, anche con l’ausilio di alcuni audiovisivi, i procedimenti del proprio lavoro. Allievo di Toti Scialoja e tra i principali esponenti della nuova generazione di scultori, Nunzio si è da sempre dedicato all’indagine e allo sviluppo dell’arte plastica con una spiccata attenzione per l’astrazione e per i diversi rapporti che i materiali utilizzati, gesso dipinto nei primi anni, piombo e legno combusto successivamente, possono assumere con lo spazio e la luce.
   
PROIEZIONE DI "Marina Abramovic.The artist is present"
 MUSMA, Biblioteca “Vanni Scheiwiller”
Proiezione a ciclo continuo dalle 10 alle 20
marina-abramovic-the-artist-is-present-2001-moma-installation-view-portrait-with-flowers-2009
L’arte sarà protagonista anche nella proiezione di “Marina Abramović. The artist is present”, un film del 2013 di Matthew Akers. Il regista riprende Marina Abramović, una delle icone della performance art, in un’ intensa esibizione al MoMa di New York nel 2010”.
   
LA PERFORMANCE ELETTROACUSTICA DI MATERELETTRICA
MUSMA, spazi espositivi

logo materelettrica
A fare da cornice a mostre, dialoghi e proiezioni all’insegna di arte e cultura, per l’intera giornata, si rinnoverà la collaborazione tra il MUSMA e il Conservatorio di Musica “E.R. Duni”. L’ensemble MaterElettrica, costituitosi all’interno della Scuola di Musica Elettronica del Dipartimento Nuovi Linguaggi del Conservatorio “E.R.Duni”, ha risposto all’invito del museo realizzando un articolato programma musicale a forte contenuto tecnologico: “Summa”, un progetto sviluppato specificamente per la Giornata del Contemporaneo, che coinvolgerà l’intero museo e le sue opere articolandosi in tre parti.
   
 
invitogiornatadelcontemporaneo
MusmApp: un’applicazione per smartphone e tablet costruita con i suoni campionati delle sculture del MUSMA. Ad ogni pulsante corrisponderà un suono e le relative informazioni riguardanti la scultura da cui è stato tratto il campione sonoro. Sarà, questo, un punto di vista diverso per visitare il museo e tenerne memoria, oltre che uno strumento musicale a tutti gli effetti.
Chasma (in greco antico voragine, dalla stessa radice di chaos) (dalle 10 alle 20): l’ipogeo 5 del museo diventerà sede di una sonorizzazione tutta gestita in automazione. Alle sculture è affidato il compito di “cantare le gesta” della pietra, ciascuna scultura avendo una sua “voce” opportunamente amplificata. La grotta e le opere presenti assumeranno così una sorta di “respiro musicale”. In(ri)volta (dalle 16 alle 20): tre performance audio-video dell’ensemble MaterElettrica - diretto da Fabrizio Festa con Saul Saguatti/Basmati come video performer dal vivo – articolate in diversi momenti della giornata.

   
È Marzia Migliora l’artista che AMACI ha scelto per realizzare l’immagine guida della Nona edizione della Giornata del Contemporaneo. Lo scatto fotografico, realizzato in situ, ritrae alcune portatrici d’acqua mentre attraversano il Grande Cretto di Alberto Burri a Gibellina. Con questa fila di donne, impegnate in un’azione quotidiana e vitale, Marzia Migliora ha scelto di riprendere e ripetere la rituale solennità di un gesto antico e uguale in tutto il Sud del mondo: trasportare un’anfora sul capo o sulle spalle, percorrendo un paesaggio duro e desolato. L’artista ha voluto come protagoniste della sua azione un gruppo di donne di Gibellina, discendenti di coloro che abitavano le case distrutte dal tragico terremoto del 1968, le cui macerie sono oggi celate e custodite sotto il manto del Grande Cretto di Alberto Burri. La loro presenza va dunque oltre al compimento di una performance, per rinsaldare al contrario il legame profondo ed emotivo con il luogo marziamigliora_aquamicans_gdc9_low
Il titolo Aqua Micans è tratto dal romanzo Locus Solus di Raymond Roussel: è un titolo ispirato alle virtù di quel liquido che lo scrittore francese voleva capace di riportare in vita gli esseri umani. L’acqua, bene comune per eccellenza, diventa nell’immagine di Marzia Migliora elemento di vita, sopravvivenza e salvezza, mentre la figura della portatrice d’acqua si fa simbolo di un atto di cura. La scelta dell’artista di ambientare l’immagine all’interno del Grande Cretto di Burri, una delle opere d’arte contemporanee più importanti del nostro patrimonio, nasce dal suo significato e dalla sua straordinaria forza espressiva. Il Grande Cretto, che si estende sulle rovine di Gibellina per dieci ettari, appare come un labirinto di fratture sul terreno, un ambiente che rinvia alla siccità come assenza di vita. L’immagine coniuga in sé la forza del monumento alla memoria e la vitalità della produzione artistica in grado di comunicare con intatta potenza anche a distanza di molti anni. Per la Nona Giornata del Contemporaneo l’artista ha quindi fatto leva sull’equivalenza tra acqua e cultura, necessario nutrimento per l’uomo, e tra portatrici d’acqua e operatori culturali del contemporaneo, portatori a loro volta di un bene prezioso e insostituibile da cui dipende la crescita e il benessere della società. In un’epoca di crisi e di tagli, Aqua Micans introduce una riflessione sul ruolo del museo come istituzione preposta a conservare e tutelare l’esistente e allo stesso tempo a stimolare la produzione e il ripensamento del nuovo, creando un ponte ideale tra il presente e il nostro passato storico-artistico, attraverso cui costruire una proiezione futura positiva. Prosegue dunque con successo il progetto di affidare a un artista italiano di fama internazionale l’ideazione dell’immagine guida della Giornata del Contemporaneo, che negli anni scorsi ha visto coinvolti Michelangelo Pistoletto nel 2006, Maurizio Cattelan nel 2007, Paola Pivi nel 2008, Luigi Ontani nel 2009, Stefano Arienti nel 2010, Giulio Paolini nel 2011 e Francesco Vezzoli nel 2012.

 
 
cocteau picasso
nunzio e il liceo artistico
materelettrica
sala iv
musma

 
  Progetto culturale   Patrocinio
  Il progetto di illuminazione a risparmio energetico
è stato realizzato con il sostegno di Eni
logo-zetetma

comune-matera 

lascaletta     

 

 

    logo-zetetma
 
Free Joomla Templates