Joomla extensions and Joomla templates by JoomlaShine.com

Il MUSMA segnala

Apertura al pubblico de
La Casa di Ortega: clicca qui
apertura casa ortega









Nuova direzione e nuove prospettive per il MUSMA e per il altri presidi della Fondazione Zètema di Matera: comunicato stampa.

Il Presidente della Fondazione Zètema, Raffaello De Ruggieri, racconta i cambiamenti del MUSMA su Il Giornale dell'Arte

The MUSMA in one minute. Video


Fernando Arrabal in visita al MUSMA. Video

L'intervista del MUSMA a Emilio Isgrò. Video

HOME arrow Mostre arrow Comunicati Stampa arrow "cARTEggi d'amore". Roberto Almagno al MUSMA
san valentino
          
          "cARTEggi d'amore" 
Nella Saletta della Grafica del museo la mostra temporanea dei disegni realizzati per il MUSMA da Roberto Almagno (Aquino - Fr,1954), ispirati dalle poesie d’amore di alcuni tra i maggiori poeti della storia della letteratura dell’Otto-Novecento.
CS_San Valentino 2014

                                               

Da venerdì 14 febbraio 2014 in esposizione nella Saletta della Grafica del museo i disegni realizzati per il San Valentino 2014 da Roberto Almagno, ispirato dai versi di alcuni tra i maggiori poeti della storia della letteratura dell’Otto-Novecento.
14 febbraio - 19 marzo 2014

  
  
               
Roberto Almagno
roberto almagno
Influenzato da un’infanzia trascorsa con il padre e il nonno, entrambi fabbri, Roberto Almagno ha scelto come materiale prediletto per le sue sculture il legno, lavorato a lungo con la raspa e il fuoco, retaggio dell’antica attività artigiana. La ricerca costante del suo ormai lungo percorso è di togliere peso alla materia per raggiungere forme essenziali e nello stesso tempo cariche di energia. Il segno scuro del legno si innalza nello spazio o si distende al suolo per costruire traiettorie, percorsi che non portano a risposte definitive, ma tentano di dare un ritmo e un ordine al caos dell’esistente, tracciano una danza che riempie i vuoti con una presenza insieme forte e sfuggente. Influenzata, all’origine, dal Giacometti surrealista e filiforme, da Noguchi, Calder, Melotti e David Smith e soprattutto dal suo maestro, Pericle Fazzini, quella di Almagno è un’arte profondamente spirituale, rarefatta, un “lento esercizio di meditazione”, una scultura “solitaria”, lontana dalle correnti della sua generazione.
L’idea di un’arte che nasce dall’annullamento del peso della materia si ritrova anche nei disegni dove il maestro usa i ricavati dalla lavorazione del legno: carbone, acqua, cenere, materiali puri e mutevoli, che creano, come nelle sculture, traiettorie leggere ma lontane dalla superficialità perché frutto di un lungo lavoro di analisi e riflessione sul mondo e sull’uomo.
roberto almagno.disegno,1999. cenere e polvere di carbone
La levità del segno di Almagno, gli spazi di luce nell’oscurità del carbone, sottraggono peso alla realtà per cederlo all’immaginazione costituendo in tal modo una perfetta rappresentazione grafica della vaghezza della poesia d’amore. Roberto Almagno ha letto e disegnato per il MUSMA e per il MIG i versi di Carlo Betocchi, Dino Campana, Giorgio Caproni, Vincenzo Cardarelli, René Char, Libero De Libero, Stephane Mallarmé, Eugenio Montale, Giorgio Orelli, Albino Pierro, Camillo Sbarbaro, Vittorio Sereni, Diego Valeri, Cesare Vivaldi.
 
  Progetto culturale   Patrocinio
  Il progetto di illuminazione a risparmio energetico
è stato realizzato con il sostegno di Eni
logo-zetetma

comune-matera 

lascaletta     

 

 

    logo-zetetma
 
Free Joomla Templates