Joomla extensions and Joomla templates by JoomlaShine.com

Video

The MUSMA in one minute. Video

Fernando Arrabal in visita al MUSMA. Video

L'intervista del MUSMA a Emilio Isgrò. Video

HOME arrow Piano Inferiore arrow Piano Inferiore arrow Sala della ceramica
     
PIANO INFERIORE
   
     
piano terra piantina musma
                                                                                     
Il piano inferiore
Piano superiore 
Cortile 1
piano superiore bn
Sale della caccia
Biblioteca Vanni Scheiwiller  
Ipogeo 1
Ipogeo 2
Ipogeo 3
Cortile 2
Ipogeo 4
Ipogeo 5
Sala della grafica
Sala della ceramica
Cortile 3
Ipogeo 6
Ipogeo 7
 

SALA DELLA CERAMICA
01. sala della ceramica La Sala delle Ceramica è costruita sul nucleo centrale della donazione “Bottega Gatti di Faenza” che, in una città considerata, fin dall’epoca rinascimentale, capitale della ceramica nel mondo, ha contribuito in maniera determinante, senza escludere Albisola, a introdurre il mezzo espressivo nella contemporaneità, rivitalizzando un mestiere antico.
La sala si apre con la ceramica policroma di Luigi Ontani (Montovolo di Grizzana Morandi, BO, 1943) e il suo IndiSiam OrientAle che mette in luce l’attenzione alla cultura dei materiali e l’utilizzo del terzo fuoco (lustri rubino, madreperlaceo, oro, platino, ecc.) e continua con la terraglia smaltata di Arman (Nizza, F, 1928 - New York, USA, 2005), le maioliche di Pietro Melandri (Faenza, RA, 1885 - 1976), Enrico Baj (Milano 1924 - Vergiate, VA, 2003), Dadamaino (Milano 1935 - 2004), Giacinto Cerone (Melfi, PZ, 1957 - Roma 2004), Giuliano Della Casa (Modena 1942), Gillo Dorfles (Trieste 1910), Pablo Echaurren (Roma 1951), Hsiao Chin (Shanghai, RC, 1935), Ugo La Pietra (Bussi sul Tirino, PE, 1938), Aldo Mondino (Torino 1938 - 2005), Mimmo Paladino (Paduli, BN, 1948), Antonio Recalcati (Bresso, MI, 1938), Ettore Sottsass (Innsbruck, A, 1917 - Milano 2007), Guido Strazza (Santa Fiora, GR, 1922), le terrecotte ingobbi e smalti di Giosetta Fioroni (Roma 1932), i gres e ossidi di Luisa Gardini (Ravenna 1935) e il gres refrattario di Carlo Zauli (Faenza, RA, 1926 - 2002), il refrattario smaltato di Giovanni Ruggiero (Fontarosa, AV, 1973), il refrattario ingobbi e ossidi di Tommaso Cascella (Roma 1951), le ceramiche di Sebastian Matta (Santiago del Cile, RCH, 1911 - Tarquinia, VT, 2002) e Fausto Melotti (Rovereto, TN, 1901 - Milano 1986).
I misteriosi e complessi segreti della tecnica (le diverse qualità di argilla, l’uso degli smalti, le incredibili modificazioni del colore in seguito alla cottura, le possibilità offerte dall’impiego di ceneri, acidi, sali minerali, ecc.) ci sono tutti. Al di là del discorso di sempre, tra “alto artigianato” e “arte pura”, qui la presenza dell’artigiano di grande esperienza, guidato da Davide Servadei, ha dato la possibilità agli artisti, delle più disparate tendenze, di uscire dai propri studi e sporcarsi le mani con un medium che ha sfidato i millenni e, nel secolo appena trascorso, ha aperto nuove strade al linguaggio plastico.
  
02.sala della ceramica
ontani_sala della ceramica
03.sala della ceramica
04.sala della ceramica
 05.sala della ceramica
07.sala della ceramica  08.sala della ceramica
09.sala della ceramica
 10.sala della ceramica
 
 
   

 

 
  Progetto culturale   Patrocinio
  Il progetto di illuminazione a risparmio energetico
è stato realizzato con il sostegno di Eni
logo-zetetma

comune-matera 

lascaletta     

 

 

    logo-zetetma
 
Free Joomla Templates