Joomla extensions and Joomla templates by JoomlaShine.com

Video

The MUSMA in one minute. Video

Fernando Arrabal in visita al MUSMA. Video

L'intervista del MUSMA a Emilio Isgrò. Video

HOME arrow Le notizie arrow Comunicati Stampa arrow Images et suggestions.Claudio Pasceri in concerto
pasceri_19 agosto 2015_musma                

DAL SEGNO AL SUONO. DAL SUONO AL SEGNO
Rassegna di sound-art e repertori contemporanei del MUSMA

CS_Claudio Pasceri in concerto al MUSMA


 
 
                                                           

All’esecuzione del grande interprete Claudio Pasceri è affidata l’apertura della rassegna  del MUSMA di sound-art e repertori contemporanei "Dal segno al suono. Dal suono al segno". 
19  agosto 2015 ore 21.00

                 
 
pasceri 02
All’esecuzione del grande interprete Claudio Pasceri è affidata l’apertura della rassegna: mercoledì 19 agosto 2015, a partire dalle ore 21.00, il violoncellista torinese dello Xenia Ensemble (nonché direttore artistico del “Festival de Musique de Conques” e, da quest’anno, di EstOvest Festival) presenta “Images et suggestions”, un viaggio tra immagini e suggestioni nella musica classica che, seppur composta a distanza di secoli e da compositori diversi, si offre al pubblico con delle analogie che intendono annullare i buchi spazio-temporali che tanto spesso disorientano lo spettatore durante un concerto di musica classica.
È la maestria scrittoria e la capacità comunicativa dei compositori proposti, oltre ovviamente alla sapienza dell’esecutore ad annullare ogni differenza, quasi a indurre l’ascoltatore a perdere ogni orientamento. Con l’ampia varietà del repertorio scelto dal musicista torinese (ma di sangue metà argentino metà calabrese) dialogheranno le sculture del MUSMA, anch’esse realizzate in epoche differenti da diversi artisti: il pubblico verrà piacevolmente disorientato da una visione così variegata, perché ogni pezzo proposto e ogni scultura esposta conducono in luoghi diversi, aprono a nuove prospettive. Un repertorio di grande respiro, un arcipelago di compositori che hanno segnato tappe fondamentali nel campo della musica classica, aprirà, dunque, una rassegna che negli anni si è imposta all’attenzione del pubblico per la qualità delle sue proposte.                                 
01. claudio pasceri al musma

Si parte da Johann Sebastian Bach (Eisenach 1685 - Lipsia 1750) e da sei brani selezionati dalle sue Suites, che, anche se composte dalla stessa mano, offrono suggestioni diverse.
Si prosegue con Luciano Berio (Oneglia 1925 - Roma 2003), un compositore-simbolo per il percorso artistico di Claudio Pasceri, con la sua opera sempre al limite tra parola e linguaggio musicale. A dilatare gli spazi di Palazzo Pomarici, acuendo le sensazioni degli spettatori, complice l’elegiaca atmosfera delle notti di agosto, saranno poi le note di György Kurtag, Salvatore Sciarrino e della finlandese Kaja Saariaho. 

02. claudio pasceri al musma La musica di György Kurtag (Lugoj, 1926) è spesso considerata un condensato della musica mitteleuropea: “discorso liofilizzato”, concentratissimo, poche note con un senso profondo, particolarmente significante, figlio del discorso teorico e delle opere dei compositori europei di fine XIX e di inizio XX secolo. Nessuno, probabilmente, sa invece creare un mondo sonoro tanto effimero come quello di Salvatore Sciarrino (Palermo, 1947), compositore tra i più eseguiti al mondo che ricorre assai spesso all’armonico (utilizzato come elemento puramente sonoro) o agli armonici doppi, con una maestria che gli permette di poter utilizzare un’unità elementare della musica, la frequenza, per descrivere un mondo intero. 
03. claudio pasceri al musma
Con Kaja Saariaho (Helsinki, 1952) ci spostiamo verso un ambiente sonoro completamente altro rispetto a quello di Sciarrino: da una notte estiva e mediterranea entriamo in un paesaggio lunare, in un mondo freddo, increspato, simile a quello di Solaris di Andrej Tarkovskij. Una dualità (caldo-freddo) che ancora una volta potrebbe disorientare l’ascoltatore, immergendolo in un’atmosfera sognante per spingerlo ad abbandonarsi alla meraviglia delle commistione tra le arti. L’esibizione di Pasceri si conclude con la Sarabanda dalla Suite in do minore di Johann Sebastian Bach, brano che il violoncellista Paul Tortelier ritiene riecheggiare la scena del Cristo sul Golgota che chiede al Padre “perché proprio io?”. Un concerto che lascia lo spettatore non con una certezza ma con una domanda, perché è proprio l’interrogarsi il leitmotiv di questo repertorio.
04. claudio pasceri al musma
   
PROGRAMMA

J. S. Bach (1685 - 1750)
Suite in sol maggiore Bwv 1007
Preludio Minuetto II

S. Sciarrino (1947)
“Ai limiti della notte”, per viola, 1979 adattamento per violoncello di Claudio Pasceri

J. S. Bach (1685 - 1750)
Suite in re minore Bwv 1008
Sarabanda

G. Kurtag (1926)
”Az Hit..", 1998

pausa: visita guidata alla mostra “Mira! Ortega a Matera”

J. S. Bach (1685 - 1750)
Suite in do maggiore Bwv 1009
Corrente

K. Saariaho (1952)
"Sept Papillons", 2000

J. S. Bach (1685 - 1750)
Suite in mi bemolle maggiore Bwv 1010
Preludio

L. Berio (1925 -2003)
“Les mots sont allés.Recitativo", 1978

J. S. Bach (1685 - 1750)
Suite in do minore Bwv 1011
Sarabanda  
pasceri 01
Nato a Torino, Claudio Pasceri inizia lo studio del violoncello sotto la guida di Renzo Brancaleon presso il Conservatorio G. Verdi di Torino.
Diplomatosi con il massimo dei voti, si perfeziona all’Accademia Stauffer di Cremona con Rocco Filippini ed al Mozarteum di Salisburgo con Julius Berger.
L’attività concertistica lo porta a esibirsi per importanti stagioni concertistiche e presso sedi prestigiose: Tonhalle di Zurigo, Teatro Olimpico di Vicenza, Mak e Lockenhausmusikfest a Vienna, Unione Musicale di Torino, Schleswigholstein Festival, Tully Hall Lincoln Center di New York, Parco della Musica a Roma, Festival delle Nazioni di Città di Castello. Il repertorio solistico comprende concerti di Vivaldi fino a opere di Schnittke, in esecuzioni con orchestre come l’Orchestre de Chambre de Toulouse, l’Arpeggione Kammerorchester.
Una sua esecuzione del concerto di Schumann è stata registrata dalla Bayeische Rundfunk di Monaco di Baviera. Nel repertorio cameristico ha avuto modo di collaborare con illustri musicisti, tra cui Salvatore Accardo, Pavel Gililov, Dora Schwarzberg, Bruno Giuranna, Rohan De Saram, Rocco Filippini, Gilles Apap.
Dal 2012 è il violoncellista dello Xenia Ensemble, quartetto specializzato nel repertorio contemporaneo. Nell’ambito dell’insegnamento tiene regolarmente Masterclasses per diverse istituzioni italiane e straniere. Insegna violoncello presso l’Accademia di Musica di Pinerolo. Dal 2014 è “artiste associé” e garantisce la direzione artistica del “Fesival de Musique de Conques”, Francia. www.xeniaensemble.it  



La rassegna di sound-art e repertori contemporaneiDal segno al suono. Dal suono al segno”, organizzata e promossa dal MUSMA, torna nell’agosto 2015 con un’edizione tematica dedicata al violoncello e alla consueta scommessa di armonizzare classicità e sperimentazioni contemporanee grazie a commistioni tra musica acustica, elettro-acustica e visual art.

Nata nel 2010 per gli spazi del MUSMA con la direzione artistica di Vincenzo Santarcangelo, la rassegna, giunta alla sua V edizione, porta avanti il suo intento di far assistere a una nuova forma di arte in cui l’immaterialità della musica diviene materia tra le opere d’arte, in un originale spazio espositivo, quello degli ipogei del MUSMA, dove i ritmi, i silenzi, le frequenze, in una parola il suono della musica, si fa segno davanti all’ascoltatore stimolandone i sensi.


Images et suggestions. Claudio Pasceri in concerto
MUSMA Museo della Scultura Contemporanea Matera
Palazzo Pomarici - via San Giacomo (Sasso Caveoso)
19 agosto 2015 ore 21.00

biglietto 7€ - abbonamento 10€

tel. +39 3669357768 email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


Secondo concerto: “Nonmatching. In-congruenze. Francesco Dillon e Claudio Rocchetti”
21 agosto 2015 ore 21.00

Comunicato stampa della rassegna qui
Locandina della rassegna qui

 

 
Patrocini
     
logomateratracc logo_iosostengomatera2019-1 logo conservatorio  
       
Sponsor      
logogattini_def
 logo gatta buia    
       
Media partner      
logo rario rai 3  logo sassilive
   
       
 Collaborazione tecnica
     
 logo labsonc2      
       
Organizzazione
     
logo synchronosp zetema    
       
Per conoscere le precedenti edizioni della rassegna clicca qui  
 
  Progetto culturale   Patrocinio
  Il progetto di illuminazione a risparmio energetico
è stato realizzato con il sostegno di Eni
logo-zetetma

comune-matera 

lascaletta     

 

 

    logo-zetetma
 
Free Joomla Templates