Joomla extensions and Joomla templates by JoomlaShine.com

Video

The MUSMA in one minute. Video

Fernando Arrabal in visita al MUSMA. Video

Portami al Confine. Trailer

Gloria Argeles
Cordoba (AR) 1940
argeles gloria, senza titolo, 1987_musma

Senza titolo, 1987
Bassorilievo. Carta, collage, incastro e matita,
cm 36 x 15,5 x 3 (Ex. IV/XV)

Donazione M.P. e L.Lambertini, Sutri (TV)


argeles gloria_musma Nata a Cordoba in Argentina, Gloria Argelés vive a Roma. Costretta ad emigrare dal suo paese, i suoi primi lavori affrontano temi di denuncia contro la violenza politica e l'arroganza del potere. Per lungo tempo, lavora il legno, realizzando sculture dalla fisicità rotonda e immagini che si scompongono nello spazio secondo procedimenti di boccioniana memoria. Dalle lamiere di ferro alla carta, approda alla rete metallica, con la quale realizza ritratti dalle inedite ed originali potenzialità espressive. Con la rete metallica, la Argeles costruisce immagini lievi ed evanescenti, il cui senso ultimo è da leggere nella precarietà, nell’instabilità mutevole che caratterizza le proiezioni dell’inconscio.
È l'ombra generata dal fascio di luce che attraversa questi manichini di rete metallica a generare l’interesse dell’artista argentina: «Quando lavoro, in realtà, osservo principalmente l'ombra che prende forma sulla parete a mano a mano che procedo nella definizione dei lineamenti e dei contorni». Nasce così un gioco di rimandi, in cui la scultura diviene un semplice calco, poco più di una matrice la cui unica finalità è quella di lasciare filtrare una scia leggera eppure persistente: «L'ombra significa quello che è stato e non c'è più. Ogni situazione, ogni persona che è vissuta lascia una traccia. L'ombra, simbolicamente, rappresenta questa traccia. E non è casuale che tutti i personaggi che ho ritratto sono persone che non ci sono più».
< Artisti e Opere
 
    Progetto Culturale       Patrocinio  
    Fondazione Zetema       Comune di Matera Circolo La Scaletta
Free Joomla Templates